Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / 15/09/2013: toto debiti PA al 31/12/2012

15/09/2013: toto debiti PA al 31/12/2012

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 25/01/2014 16:40
Scade il 15/09/2013 il termine per comunicare al Ministero dell'Economia l'ammontare dei debiti accumulati al 31/12/2012 da parte delle singole amministrazioni pubbliche.

Il prossimo 15 settembre si saprà lo stock dei debiti CERTI, LIQUIDI ED ESIGIBILI della PA accumulati al 31/12/2012.

Le previsioni oscillano dai 70 ai 100 miliardi di euro. Lo Stato ha già stanziato per i pagamenti alle aziende 20 miliardi di euro nel 2013 e 20 nel 2014.

Può darsi che siano destinati altri 10 miliardi di euro nell'anno 2013 per un totale complessivo di 50 miliardi totali.

Si pensa anche alle compensazioni tra crediti verso PA e debiti fiscali......

 

Venerdì 29 Novembre 2013 - Aggiornamento

Solo 13.500 amministrazioni su 22.000 hanno comunicato lo stock di debiti. Quello censito ammonta a 3,1 miliardi di euro mentre le stime di Banca d'Italia si aggirano a 90 miliardi di euro (fino al 31/12/2011....).

L'inerzia fin qui dimostrata manda in tilt la procedura messa in cantiere dal Governo che prevedeva, una volta conosciuto lo stock di debiti ed i relativi creditori dello Stato di poter certificare alle aziende il denaro da avere in modo che si potesse "scontare" in banca con apposite procedure tali somme. 

Notizia, invece, positiva è che al 28 Ottobre 2013 i pagamenti già effettuati dalle pubbliche amministrazioni ammontavano a 14 miliardi di euro; questo porterebbe in totale entro il 31/12/2013 a 18 miliardi circa di stanziamenti utilizzati per far fronte a pagamenti ad aziende creditrici dello Stato. Ai fini "statistici" si ricorda che dovrebbero essere pagati entro la fine dell'anno in totale 27,2 miliardi di euro.

 

Giovedì 23 Gennaio 2014 - Aggiornamento

Al 31/12/2013 i debiti pagati dalla PA ammontano a 22 miliardi di euro, rispetto ai 27,2 previsti (20 miliardi previsti dal DL 35/2012 e 7,2 miliardi previsti dal DL 102/2013).

Nel 2014 sono stati stanziati 20 miliardi di euro per i pagamenti dei debiti pregressi della PA.

La ricognizione dei debiti complessivi, il famoso stock, non è stata ancora completata. La PA è indietro di esattamente 4 mesi e ci sarà ancora da attendere parecchio. Da ricordarsi pure che solo 3 miliardi di euro di debiti hanno raggiunto lo "status" per essere certificati dallo Stato e permettere alle aziende di farsi scontare il credito certificato in banca o compensarlo con eventuali debiti da accertamenti fiscali.

 

 

 

Azioni sul documento