Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Ancora adempimenti per le operazioni intracomunitarie

Ancora adempimenti per le operazioni intracomunitarie

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 10/01/2011 15:13
Sono stati pubblicati i decreti attuativi che sottopongono all'autorizzazione dell'Agenzia delle Entrate la possibilità di acquistare o vendere in Europa usufruendo del reverse charge previsto

Ancora un adempimento posto a tutela dello Stato per evitare frodi perpetrate tramite falsi acquisti/cessioni in ambito europeo poste da contribuenti italiani.

D'ora in avanti, infatti, l'Agenzia delle Entrate dovrà autorizzare preventivamente la possibilità per il contribuente dotato di partita iva di poter effettuare acquisti o cessioni cosidette intracomunitarie.

Con il DL 785/2010 si era previsto che in sede di apertura della partita iva il contribuente doveva manifestare il proprio intento di voler effettuare operazioni intracomunitarie e l'Agenzia delle Entrate poteva negare questa possibilità entro 30 giorni dall'inizio attività. Quindi in questo periodo il contribuente non potrà nè acquistare nè vendere beni in Europa. Dal trentunesimo giorno, se non vi sono controindicazioni, si potrà iniziare ad effettuare tali operazioni.

Per tutti coloro, invece, che sono già "attivi" al 31 maggio 2010 la questione è molto delicata perchè  sono previsti dei limiti oggettivi per poter effettuare operazioni intraue. Entro il 28 Febbraio 2011 si dovrà presentare un'apposita richiesta per essere autorizzati a poter svolgere acquisti o cessioni intracomunitarie.

 

Attualmente questi limiti NON valgono per le prestazioni di servizi intracomunitarie ma solo per gli acquisti e le cessioni di beni.

 

Si consiglia di contattare lo studio per poter effettuare le opportune valutazioni dei casi specifici che si potessero presentare.

 

Rif.S2430122010p21

Azioni sul documento