Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Finanziaria 2010: Credito di imposta per ricerca e sviluppo

Finanziaria 2010: Credito di imposta per ricerca e sviluppo

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 01/03/2010 11:38
Anche per l'anno 2010 e 2011 sarà possibile usufruire del credito di imposta per ricerca e sviluppo. L'Agenzia delle Entrate metterà a punto nei prossimi mesi una procedura che "supererà" il metodo del click day.

L'art.2 comma 236 Legge 23 Dicembre 2009 n.191 (Finanziaria 2010) ha riproposto l'opportunità di poter concorrere all'assegnazione di un credito d'imposta per le spese effettuate in Ricerca e Sviluppo.

L'Agenzia delle Entrate sta lavorando ad una modalità di assegnazione delle risorse disponibili che cancelli definitivamente il metodo del click-day adottato nell'ultima versione 2008-2009.

I requisiti per poter usufruire del credito e le spese ammissibili rimangono quelle già previste negli scorsi anni.

Da ricordare che il credito di imposta non concorre nè alla formazione del reddito ai fini IRES e IRPEF nè alla formazione della base imponibile IRAP. Lo stesso credito è cumulabile con altri eventuali aiuti di Stato, salvo che le norme disciplinanti tali misure non dispongono diversamente.

 
 
null

Azioni sul documento