Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Focus su: Agevolazioni 36% previste per le abitazioni private per sistemi di sorveglianza

Focus su: Agevolazioni 36% previste per le abitazioni private per sistemi di sorveglianza

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 11/05/2010 08:02
Procedure da seguire per l'ottenimento del beneficio della detrazione fiscale del 36% prevista dalla Legge per dotarsi di sistemi di sorveglianza.

Un aspetto sul quale non è stata mai fatta molta chiarezza è la procedura da seguire per ottenere i benefici fiscali in caso di acquisto di sistemi di videosorveglianza da installare nelle abitazioni private.

Queste spese possono essere agevolate anche se non "abbinate" ad una ristrutturazione vera e propria dell'abitazione perchè la Legge parla anche di spese per "prevenire gli atti illeciti da parte di terzi" e, quindi, spese per citofoni, videocitofoni o telecamere, comprese le opere murarie. Sono agevolate altresì, come precisato dalla circolare ministeriale 13/E del 2001, le fotocamere o cineprese collegate con centrali di vigilanza privati.

Per poter detrarre tali spese usufruendo del 36% in 10 anni (o 5 o 3 a seconda dell'età del contribuente) la procedura da seguire è la seguente:

1) inviare la prescritta comunicazione al Centro Operativo di Pescara;

2) pagare le spese con un bonifico ad hoc (sentire la propria banca).

Per l'iva da applicare si deve differenziare se l'intervento è fine a se stesso e quindi sconta IVA 20% oppure se è compreso nell'ambito di una ristrutturazione vera e propria.

In questo ultimo caso, essendo compreso tra i beni significativi  esso sconta l'aliquota del 10% fino al limite della manodopera addebitata, secondo complessi calcoli.

     
     

    Azioni sul documento