Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Focus su: aree rientranti in piani "particolareggiati"

Focus su: aree rientranti in piani "particolareggiati"

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 13/04/2010 09:28
Breve disamina delle possibilità offerte dalla Legge per agevolare i costruttori edili in caso di acquisto di terreni che si trovano in aree per i quali sono stati adottati piani "particolareggiati".

In sede di rogito l'impresa che intende acquistare terreni che si trovano in aree per le quali sono stati adottati piani "particolareggiati" può usufruire dell'applicazione dell'imposta di registro nella misura ridotta dell'1%. 

L'impresa che acquista dovrà completare l'intervento edilizio sul terreno entro cinque anni dalla stipula dell'atto; questa rappresenta l'unica condizione perchè non venga revocata questa agevolazione.

Si fa presente che recente dottrina  e prassi (non ultima la Risoluzione Ag.Entrate numero 40/E del 31/03/2005) ritengono che l'agevolazione si perda se l'impresa che originariamente ha acquistato il terreno non effettua direttamente l'edificazione ma cede al altre aziende (che lo effettueranno) anche se entro cinque anni.

Quindi, avremo una duplice serie di effetti:

1) la nuova impresa che acquista potrà beneficiare dell'agevolazione, rientrando nelle previsioni oggettive e soggettive della norma;

2) l'originario acquirente (il primo) dovrà riversare le imposte ipotecarie e catastali in misura ordinaria, con l'applicazione delle eventuali sanzioni/interessi.

 

  • Open in Google Docs Viewer
  • Open link in new tab
  • Open link in new window
  • Download file
  • Copy link address
 
 

Azioni sul documento