Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Focus su: frodi carosello, antiriciclaggio, reati penali

Focus su: frodi carosello, antiriciclaggio, reati penali

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 02/03/2010 13:42
Tornano d'attualità termini come frode carosello, reati antiriciclaggio. E' importante capire cosa succede in questi casi.

In questi giorni si sta molto dibattendo sugli aspetti legati alle operazioni intracomunitarie legati alle frodi carosello. E' interessante notare come, attualmente, sia stato previsto, oltre a tutta una serie di altri reati penali, il reato di riciclaggio di denaro. Questo è possibile dopo l'introduzione dell'articolo 648-bis del codice penale, a cura dell'art.3 del D.L. 21/03/1978 n.59, convertito dalla Legge 191 del 1978. Reato rappresenta l'impiego di denaro, beni o altre utilità, in attività economiche o finanziarie, con la consapevolezza che si stia trattando di proventi illeciti; basta cioè solo un dolo generico.

Si capisce che il reato è facilmente perseguibili in tutti i casi si voglia far circolare denaro nel circuito "ufficiale", senza che lo stesso sia stato "percepito ufficialmente".

L'impiego è ad ampio raggio e vale sia nel caso delle "frodi carosello" sia nelle più ampie ipotesi di frodi fiscali, così come indicate nel D.Lgs. 74 del 2000.

L'Ufficio Italiano Cambi ha chiarito con propria circolare del 21 Giugno 2006 che le fattispecie individuate dagli articoli 2, 3 e 4 del decreto 74/2000, costituiscono presupposto per il reato di riciclaggio e, quindi, devono anche essere segnalate dagli intermediari che intervengono nell'assistenza del cliente.

Vista la portata molto ampia delle implicazioni del caso in esame, andrà verificato come i giudici chiamati a discutere la questione considereranno il richiamo alle Leggi sopra esposte.

 

Azioni sul documento