Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Il nuovo redditometro: al via la sperimentazione entro la fine dell’anno

Il nuovo redditometro: al via la sperimentazione entro la fine dell’anno

creato da Revisore Documentazione ultima modifica 23/03/2010 11:39
Entro la fine del 2010, l’Agenzia delle Entrate, inizierà la sperimentazione del nuovo redditometro come strumento di accertamento dei redditi, che per la prima volta non si baserà soltanto sul possesso di beni o sugli investimenti effettuati nel periodo d’imposta, ma che cercherà di misurare le reali possibilità di spesa del contribuente in relazione al reddito dichiarato.


Le novità principali riguarderanno gli elementi indicativi di capacità contributiva che saranno aggiornati e ampliati e che terranno conto della composizione del nucleo familiare.

Il calcolo utilizzerà nuove metodologie matematico-statistiche basate su valori reali e non più su valori ipotetici che forniranno una più precisa stima del reddito del contribuente.

Il primo passo consisterà nella creazione di un campione di contribuenti su cui sarà sperimentato il nuovo redditometro e su cui inizieranno i primi accertamenti.

Successivamente entrerà in vigore a tutti gli effetti come ulteriore strumento di accertamento dei redditi.

 

Azioni sul documento