Ultime notizie
Conversione in Legge del D.L. Renzi 66/2014
25/06/2014
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 89/2014 che ha convertito il Decreto Legge 66/2014
Leggi il resto
Comunicazione dei beni concessi in uso ai soci ed ai familiari
03/12/2013
Altra invenzione dell'Agenzia delle Entrate è la comunicazione obbligatoria entro il prossimo 12/12/2013 per i beni concessi in uso ai soci ed ai propri familiari
Leggi il resto
Finanziamenti e capitalizzazioni soci e familiari dei soci
03/12/2013
Burocrazia per la comunicazione in scadenza il prossimo 12/12/2013 riguardo i finanziamenti/capitalizzazioni effettuate dai soci e familiari degli stessi nelle imprese partecipate.
Leggi il resto
Prezzo-Valore per imposta di registro in caso di asta
09/11/2013
Articolo che si addentra nei meandri di tassazione in caso di asta pubblica per un'abitazione bandita da un privato oppure da altro soggetto.
Leggi il resto
Crisi finanziaria? Diminuiscono gli interessi bancari....
09/11/2013
Una conseguenza positiva su mille negative della crisi che sta volgendo al termine è la discesa dei tassi di interesse attualmente praticati dalla banche, in seguito alla decisione della B.C.E. di portare al 0,25% il tasso di riferimento europeo.
Leggi il resto
 
Tu sei qui: Home / News / Milleproroghe: aumentati i termini per l'accertamento

Milleproroghe: aumentati i termini per l'accertamento

creato da Stefano Saltannecchi ultima modifica 01/03/2010 11:48
Il decreto "milleproroghe" amplia i termini previsti per l'accertamento delle annualità passate da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Il decreto ha previsto il raddoppio dei termini di accertamento:

1) delle violazioni del monitoraggio fiscale relative all'errata od omessa compilazione del quadro RW del Modello Unico;

2) per gli illeciti correlati al possesso di attività in Paesi black list.

Si ricorda, per completezza, che già il D.L. 223/2006 aveva raddoppiato i termini per l'accertamento tributario in caso di violazioni che comportino obbligo di denuncia ex art. 331 c.p.p. per i reati previsti dal D.Lgs. 74/2000:

  1. dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altre documenti per operazioni inesistenti;
  2. dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici;
  3. dichiarazione infedele;
  4. omessa dichiarazione;
  5. emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti;
  6. occultamento o distruzione di documenti contabili;
  7. omesso versamento di ritenute certificate;
  8. omesso versamento dell'IVA;
  9. indebita compensazione;
  10. sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte.

 

 

 
 
null

Azioni sul documento